Pubblicazione Descrizione
 
Relazione Sul riordinamento degli Archivi di Stato, Commissione Cibrario, 1870
La Commissione, istituita dai Ministri dell'Interno e della Pubblica Istruzione con decreto 15 marzo 1870 per "studiare la questione degli archivi italiani", era composta da L. Cibrario, Presidente, da M. Castelli-Pallieri, F. Trinchera, T. Gar, L. Osio, G. Canestrini e C. Guasti, relatore.
 
Progetto di legge sull' Ordinamento degli archivi nazionali, Nicotera, 1877
Questo progetto di legge, compilato dal ministro dell'interno Nicotera, fu presentato alla Camera dei deputati del Regno nella tornata del 1 marzo 1877. Il punto centrale della legge di riforma del regio decreto del 1874 era la creazione per ogni provincia di "Archivi nazionali".
 
Atti della Commissione d'indagine per la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico, archeologico, artistico e del paesaggio, Commissione Franceschini, 1967
Istituita con legge 26 aprile 1964, n.310, la Commissione presieduta dall'onorevole Franceschini non ebbe il compito di preparare un disegno di legge di riassetto dei beni culturali, ma di formulare proposte strutturali in questo campo, a partire dalla definizione giuridica del concetto di bene culturale.
 
Schema del disegno di legge per la revisione e il coordinamento delle norme di tutela relative ai beni culturali, Commissione Papaldo, 1970
Nel 1968 fu affidato alle due Commissioni Papaldo il compito di tramutare in norme ordinarie i suggerimenti della Commissione Franceschini. Lo schema prodotto dalla Commissione non fu però trasformato in legge.
 
Disegno di legge Norme sulla tutela e sulla riorganizzazione del Ministero, Scotti, 1982
Questo disegno di legge fu predisposto da una Commissione presieduta da Massimo Severo Giannini e presentata dal Ministro dei beni culturali V. Scotti il 4 marzo 1982.
 
Proposta di legge Nuove norme per la conservazione e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali e per la riforma dell'organizzazione della tutela, Ferri ed altri, 1982
Questa iniziativa, datata 11 marzo 1982 ed ispirata ad una proposta su questa materia della Regione Toscana del 1973, si pose in netto contrasto con il disegno di legge governativo quasi contemporaneo.
 
Disegno di legge Nuove norme per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e ambientali, Gullotti, 1984
Elaborato dalla Camera dei Deputati - Commissione VIII - nel corso della IX legislatura, e risultante dalla unificazione del disegno di legge governativo, presentato dal Ministro Gullotti il 30 luglio 1984 e della proposta parlamentare dell'on. Ferri e altri.
 
Schema del disegno di legge, Giannini, 1989
Questo disegno di legge del febbraio 1989 affrontava la riforma della legge di tutela 1089/1939
 
Disegno di legge Revisione delle norme di tutela e istituzione dell'Amministrazione autonoma dei beni culturali e ambientali, Chiarante ed altri, 1989
Questo disegno di legge datato 5 ottobre 1989, propose un nuovo modello di riforma che affrontava allo stesso tempo una revisione della L.1089/1939 e un riordinamento dell'amministrazione.
 
Disegno di legge, Pontone e Resta, 1992
Centro di questa proposta datata 2 giugno 1992, era l'attuazione di una delega da parte del Governo dal duplice contenuto: revisione della legge di tutela (1089/1939) e costituzione di un Ente autonomo dei beni culturali che sostituisse il Ministero.
 
Audizione del Ministro per i beni e le attività culturali presso la VII Commissione Cultura della Camera dei Deputati, 2001
Il Ministro Giuliano Urbani ha informato la VII Commissione Cultura della Camera (sedute del 10 e 17 luglio) sui criteri ai quali sta lavorando e sullo stato dell'amministrazione relativo alle cose da fare. Gli interventi del Presidente della Commissione Ferdinando Adornato e degli onorevoli Giovanna Bianchi Clerici, Carlo Carli, Enzo Carra, Franca Chiaromonte, Andrea Colasio, Titti De Simone, Sandro Delmastro Delle Vedove, Giorgio Galvagno, Fabio Garagnani, Giovanna Grignaffini, Giuseppe Giulietti, Giovanna Melandri, Andrea Giorgio Felice Maria Orsini, Marcello Pacini, Antonio Palmieri, Michele Ranieri, Antonio Rusconi, Paolo Santulli.